fbpx
rischio chimico

Rischio chimico: normativa, valutazione, sorveglianza

Una pubblicazione Inail aggiorna un documento del 2012, dal titolo “Agenti chimici pericolosi: istruzioni ad uso dei lavoratori”. Il documento illustra i rischi derivanti dall’utilizzo di agenti chimici pericolosi, anche alla luce delle recenti emanazioni normative nazionali ed europee.

 

Gli argomenti affrontati nell’articolo:

 

  • il Titolo IX/Capo I del Testo Unico;
  • la valutazione del rischio da agenti chimici;
  • la sorveglianza sanitaria.

 

In materia di rischio chimico il Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (D. Lgs. 81/2008), stabilisce che, questo, rappresenta il riassetto e la riforma della legislazione vigente in materia SSL. Inoltre, stabilisce misure di tutela e obblighi sia per i datori di lavoro che per i lavoratori.

 

Il datore di lavoro ha l’obbligo di effettuare la valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori che possono derivare dalla presenza di agenti chimici pericolosi.

Nell’effettuare la valutazione del rischio chimico, deve prendere in considerazione alcuni fattori:

 

  • proprietà pericolose degli agenti chimici;
  • informazioni sulla salute e sicurezza comunicate dal fornitore tramite la relativa scheda di sicurezza;
  • livello, tipo e durata dell’esposizione;
  • circostanze in cui viene svolto il lavoro in presenza di tali agenti, considerando la quantità delle sostanze e delle miscele che li contengono o li possono generare;
  • valori limite di esposizione professionale o valori limite biologici;
  • effetti delle misure preventive e protettive adottate o da adottare;
  • conclusioni tratte da eventuali azioni di sorveglianza sanitaria.

 

In conclusione, i possono verificare le quattro situazioni differenti:

 

  • Un rischio basso per la sicurezza ed irrilevante per la salute;
  • Rischio basso per la sicurezza e non irrilevante per la salute;
  • Oppure un rischio non basso per la sicurezza ed irrilevante per la salute;
  • Infine, rischio non basso per la sicurezza e non irrilevante per la salute.

Hai bisogno di supporto in materia di Rischio Chimico?

Scrivici!

info@eshqconsulting.it