Argentina, in arrivo le responsabilità penali per le aziende

Il Congresso argentino ha approvato lo scorso 8 novembre una nuova legge che introduce la responsabilità penale degli enti in relazione ai reati di corruzione internazionale e contro la Pubblica Amministrazione, commessi nel loro interesse o a loro vantaggio.

 

Il provvedimento, che era stato presentato alla Camera nell’ottobre 2016, sanziona duramente le aziende coinvolte in questi delitti, disponendo sanzioni pecuniarie e interdittive.

 

L’ente potrà essere chiamato a rispondere anche laddove non sia identificata o condannata la persona fisica autrice del reato. Mentre il risarcimento del danno causato comporterà l’improcedibilità verso l’azienda.

 

Le società potranno dunque accedere ad una riduzione della pena al ricorrere di tre condizioni. In particolare, nell’ipotesi in cui abbiano scoperto il reato commesso e lo abbiano spontaneamente denunciato; abbiano restituito l’eventuale profitto illecito ottenuto in conseguenza del reato; abbiano implementato un sistema di controllo, ossia un «programa de integridad» o «de compliance» idoneo a prevenire le fattispecie in esame.

 

La legge, che entrerà a breve in vigore, presenta numerose similitudini con la domestica “231” e anche con Foreign Corrupt Practices Act (FCPA) e Bribery Act, allineando l’Argentina alle previsioni della Convenzione anticorruzione dell’OCSE.

 

(Fonte: AODV231)

Translate »