fbpx
ulteriori misure per fronteggiare le conseguenze dell’epidemia da COVID-19

DL Ristori Bis: nuovi contributi e indennizzi

Approvato il DL Ristori Bis, nella notte tra il 6 e il 7 novembre.

 

Il Decreto introduce ulteriori misure per fronteggiare le conseguenze dell’epidemia da COVID-19.

 

Nello specifico, le forme di indennizzo sono destinate alle attività economiche interessate dalle restrizioni del DPCM novembre.

 

Previsti contributi a fondo perduto, per specifiche imprese nelle Regioni con scenario di particolare gravità. Ampliate le categorie di attività beneficiarie del contributo previsto dal DL Ristori.

Istituito anche un fondo nuovi contributi, per compensare le attività delle Regioni che potrebbero venire colpite da future misure restrittive.

Prevista, inoltre, la creazione di un fondo per indennizzare le attività economiche che si trovano nei centri commerciali e per le industrie alimentari.

 

Congelati ritenute alla fonte e pagamenti IVA per il mese di novembre, per le attività economiche sospese.

Cancellata seconda rata IMU, purché i proprietari delle attività sospese siano anche i gestori.

Sospesi i contributi previdenziali e assistenziali per il mese di novembre, per le attività che operano nell’area gialla. Nell’area arancione e rossa anche per dicembre.

 

Nella fascia rossa, dove è prevista la didattica a distanza a partire dalla seconda media, viene previsto un bonus baby-sitter da 1000 euro.

Inoltre, se non è possibile lavorare in smart working, per i genitori dipendenti congedo straordinario con indennità al 50% della retribuzione mensile.

 

Leggi l’articolo completo