fbpx
Obiettivo Sicurezza: ISO 45001 e Vision Zero

Gli atti del convegno “Obiettivo Sicurezza: ISO 45001 e Vision Zero”

Si è tenuto lo scorso 28 marzo a Roma, il convegno organizzato dall’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) e l’Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza (AIAS), con il patrocinio di Confcommercio Professioni. Ad aprire i lavori, Anna Rita Fioroni, Presidente Confcommercio.

 

Il convegno, intitolato “OBIETTIVO SICUREZZA: ISO 45001 e Vision Zero“, ha riguardato un approfondimento sulla norma UNI ISO 45001, a partire dalla genesi. Ponendo l’accento sulle principali novità ed i cambiamenti che ha comportato per le aziende e l’integrazione con le altre normative. Fino a parlare del coinvolgimento dei manager aziendali e dell’importanza del concetto di leadership nei sistemi di gestione. D’altra parte, l’organizzazione aziendale e la dimensione apicale, sono ormai al centro dei processi come importante strumento di prevenzione di infortuni e malattie sui luoghi di lavoro.

 

Inoltre, il convegno, ha affrontato l’ approccio “Vision Zero“. Che punta alla prevenzione integrando le tre dimensioni della sicurezza, della salute e del benessere nei luoghi di lavoro. Vale a dire un nuovo approccio che, con le sue “sette regole auree” e grazie alla sua flessibilità, è applicabile in qualsiasi contesto aziendale.

 

 

UNI ISO 45001:2018. Integrazione con le altre norme e il D.Lgs. 231/2001

Significativa la partecipazione in qualità di relatore di Alessandro Foti, CEO di ESHQ Consulting, Esperto di sistemi di gestione e Coordinatore Gruppo Tecnico 2.1 Sistemi di gestione AIAS.

 

Alessandro Foti è intervenuto con una presentazione dal titolo “UNI ISO 45001:2018. Integrazione con le altre norme ed il D.lgs. 231/2001“. Con un focus sui principali cambiamenti introdotti dalla nuova norma sui Sistemi di Gestione in materia Salute e Sicurezza sul Lavoro. Ha illustrato come questa si integri con la costruzione e la corretta attuazione del Modello Organizzativo 231/2001, idoneo a prevenire reati in materia salute e sicurezza sul lavoro.

 

In conclusione, Foti ha portato all’attenzione dei presenti la Guida Operativa AIAS per i sistemi si gestione aziendale, quale prodotto di alto profilo per la progettazione, implementazione e manutenzione di un Sistema di Gestione Integrato, in collegamento con quanto previsto per i Modelli 231L’opera raccoglie best practice ed esperienze pluriennali di professionisti che operano nell’ambito dei sistemi di gestione.

 

Numerosi gli interventi ed i professionisti che hanno preso parte al convegno: 

  • Lucina Mercadante – INAIL Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione centrale, 
  • Maria Frassine – Responsabile ufficio studi e legislativo AiFOS, 
  • Michela Santoro – Responsabile schema di certificazione Uniter, 
  • Stefano Pancari – Presidente Sfera Ingegneria.

A concludere, gli interventi di Giancarlo Bianchi – Presidente AIAS e Rocco Vitale – Presidente AiFOS.

 

Consulta la presentazione  “UNI ISO 45001:2018. Integrazione con le altre norme ed il D.lgs. 231/2001”