fbpx
I requisiti del Sistema di Gestione BIM

I requisiti del Sistema di Gestione BIM

Il Sistema di Gestione BIM, i cui requisiti sono definiti nella prassi di riferimento UNI/PdR 74:2019, è inteso come Sistema di Gestione digitalizzato di un’organizzazione supportato dall’Information Management. Volto a migliorare l’efficienza del processo digitalizzato di programmazione, progettazione, produzione, esercizio e manutenzione, ed eventuale dismissione del cespite immobile.

 

La UNI/PdR 74:2019 sui requisiti sistema di gestione BIM è entrata in vigore il 18 dicembre 2019. Prima di giungere alla pubblicazione, è stata avviata una fase di consultazione pubblica con termine fissato al 17 ottobre 2019.

 

La prassi di riferimento individua gli elementi di supporto necessari per implementare il Sistema di Gestione. Dunque come fornire le risorse necessarie per l’istituzione, l’attuazione, il mantenimento e il miglioramento continuo del sistema di gestione BIM.

 

Il documento riporta tutti gli elementi utili per la valutazione delle prestazioni, in particolare Audit interni a cadenza pianificata e il riesame del sistema di gestione BIM dell’organizzazione. Un supporto per le fondamentali strategie di digitalizzazione messe in atto dalle organizzazioni operanti nel settore.

 

Il metodo BIM

Il modello tridimensionale di un edificio realizzato solo per esigenze di simulazione grafica, non può essere considerato un vero e proprio ambiente di lavoro BIM. Invece, un software BIM oriented dovrà permettere la gestione, oltre che delle geometrie, di molte altre informazioni.

 

Nel flusso di lavoro BIM, lo scambio dati ha un ruolo fondamentale. Il dato rappresenta l’informazione, requisito prezioso del processo. Un Sistema di Gestione centralizzato permette di tenere traccia delle modifiche apportate così come delle condivisioni dei dati e del rilascio dei documenti ufficiali.

 

Leggi l’articolo completo