fbpx
Gestione del rischio coronavirus

La gestione del rischio Coronavirus in ambito lavorativo

Un documento dell’Aias “Vademecum per la Gestione del Rischio Coronavirus” riporta importanti indicazioni per la gestione del rischio Coronavirus in ambito lavorativo.

 

Il nuovo Coronavirus costituisce uno degli agenti biologici potenzialmente rischiosi per l’uomo (art. 268 D.Lgs. 81/08).

 

I Datori di lavoro hanno l’obbligo di valutazione del rischio biologico, qualora l’attività comporti la possibile esposizione a un agente biologico, ossia qualsiasi microrganismo che potrebbe provocare infezioni, allergie o intossicazioni (artt. 266 e 267 D.Lgs. 81/08).

 

La valutazione dei rischi

Come deve comportarsi il Datore di Lavoro verso questo particolare agente biologico?

 

Il documento distingue due casi:

  • CASO 1: riguarda gli ambienti di lavoro in cui l’esposizione al COVID-19 è specifica, ad es. ambito sanitario, addetti alle forze dell’ordine… In questi casi il Datore di Lavoro ha già valutato il rischio biologico nel DVR. Pertanto, il nuovo Coronavirus non cambia la valutazione e le misure di prevenzione e protezione. Nei settori indicati non si può eliminare il rischio biologico specifico, ma è necessario valutarlo e ridurlo con la corretta formazione e informazione, fornitura di DPI, azioni di contenimento.
  • CASO 2 riguarda gli altri ambienti di lavoro, nei quali l’esposizione all’agente biologico è di tipo generico. Nel DVR sicuramente il Datore di Lavoro avrà una sezione per il “Rischio Biologico Generico” e il rischio Coronavirus rientra in questa sezione. Trattandosi però di allarme sociale, il Datore di Lavoro può considerare di integrare il DVR Biologico, specificando il nuovo agente biologico, il COVID-19. Quindi, il Datore di Lavoro dovrà verificare che sia stata fatta corretta formazione e informazione ai propri dipendenti sulla Gestione del Rischio Biologico Generico.

 

L’uso dei Dispositivi di Protezione Individuali

I possibili DPI idonei a fronteggiare il Coronavirus sono relativi alla protezione di:

  • Vie respiratorie.
  • Degli occhi.
  • Delle mani;
  • Del corpo.

Nello specifico delle protezioni delle vie respiratorie, si parla dei facciali filtranti monouso, che proteggono da aerosol solidi e liquidi. In alternativa, si possono utilizzare le semimaschere facciali con filtro.

 

Leggi l’articolo completo

Hai bisogno di aggiornare o integrare il DVR specificando il nuovo rischio biologico?

ESHQ Consulting supporta le aziende nella redazione di un piano di intervento per la gestione del COVID-19.

 

Scrivici e richiedi un preventivo!

info@eshqconsulting.it