fbpx
proroga dello stato d’emergenza

Le novità del nuovo Decreto-legge 7 ottobre 2020

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto-legge 7 ottobre 2020 n.125.

 

Il Consiglio dei ministri ha deliberato la proroga dello stato d’emergenza fino al 31 gennaio 2021.

 

Il Decreto inserisce ulteriori misure per far fronte all’aumento dei contagi.

 

Di rilievo le seguenti disposizioni, in vigore dall’8 ottobre:

 

  • Obbligo della mascherina nei luoghi chiusi, ad eccezione dei casi in cui sia garantito in modo continuativo l’isolamento rispetto a persone non conviventi e fatti salvi i Protocolli e le Linee guida anti-contagio.
  • Obbligo della mascherina in tutti i luoghi all’aperto, con le stesse eccezioni di cui sopra.

 

Restano esclusi dal suddetto obbligo:

 

  • i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva;
  • i bambini di età inferiore ai sei anni;
  • coloro che hanno patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.

 

Il Decreto interviene anche sulla facoltà delle Regioni di introdurre misure diverse rispetto a quelle previste a livello nazionale. 

 

Salgono a nove i Paesi europei verso i quali si irrigidiscono i controlli.

Pertanto, chi arriva in Italia da Gran Bretagna, Olanda, Belgio e Repubblica Ceca dovrà sottoporsi a tampone obbligatorio.

Inoltre, è previsto l’obbligo del test molecolare o antigenico per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta, Spagna, Francia.

 

Consulta il Decreto-legge 7 ottobre 2020 n. 125