fbpx
bozze contratti commissione europea

Privacy: un aiuto per i titolari del trattamento dei dati

Due documenti della Commissione europea aiutano i titolari a svolgere la loro impegnativa funzione nel trattamento dei dati personali.

 

Generalmente, coloro che trattano dati personali, in qualità di titolari, devono ricorrere al supporto dei dipendenti o di soggetti terzi, per attività di trattamento che non possono trattare direttamente.

 

Lo scopo è che i preziosi dati personali, di cui il titolare è possessore, vengano correttamente utilizzati dal soggetto terzo in questione, che il regolamento generale europeo chiama “responsabile del trattamento”.

 

La molteplicità delle funzioni e dei rapporti, richiede, però, l’elaborazione di un rapporto contrattuale fra il titolare ed il responsabile del trattamento assai approfondito.

 

Pertanto, la commissione europea ha presentato due bozze di clausole contrattali standard, che stabiliscono una traccia del rapporto fra il titolare e il responsabile del trattamento.

 

La prima bozza fa riferimento alla definizione del rapporto fra il titolare ed il responsabile del trattamento, che si trovano entrambi nell’ambito dell’unione europea.

Il vantaggio è quello di armonizzare lo sviluppo di questi contratti in tutti paesi europei, evitando approcci piuttosto differenziati, che finora invece hanno sempre caratterizzato l’elaborazione di questi documenti.

 

Invece, la seconda bozza fa riferimento ad una situazione sempre più frequente, ovvero che il responsabile del trattamento si trovi in un paese esterno all’unione europea.

In questo caso la bozza è più impegnativa, perché i dati personali, oggetto del contratto, vengono trasferiti in un paese terzo, che potrebbe non offrire adeguate garanzie di protezione dei dati stessi.

 

Le bozze sono attualmente all’esame del comitato europeo per la protezione dei dati, che raccoglie tutte le autorità Garanti nazionali, e del supervisore europeo per la protezione dei dati, che tiene sotto controllo le attività di trattamento svolte dalle varie agenzie ed entità europee.

Non appena queste due bozze saranno state esaminate, ed eventualmente approvate, verranno pubblicate e messe a disposizione dei titolari.

Nel frattempo, è opportuno che i titolari prestino attenzione all’elaborazione di questi contratti di fornitura di servizi, prevedendo fin da adesso la possibilità di rettificare i contratti in essere.

 

Leggi l’articolo completo

Hai bisogno di supporto per adeguarti al Regolamento Privacy?

ESHQ Consulting supporta le aziende nel raggiungere la compliance ed ottemperare ai disposti normativi.

 

Scrivici, per non incorrere in sanzioni!

info@eshqconsulting.it