fbpx
Sulla redazione del Documento di Valutazione del Rischio Chimico

Sulla redazione del Documento di Valutazione del Rischio Chimico

Con l’espressione valutazione del rischio si intende l’identificazione del pericolo ottenuto dal complesso delle informazioni disponibili nel luogo di lavoro.

 

Definiamo, invece, rischio chimico, l’insieme dei rischi, connessi all’attività lavorativa svolta in ambienti in cui sono presenti o utilizzati, in modo diretto o indiretto, sostanze/miscele che per le loro proprietà e/o per le condizioni di impiego sono classificate pericolose.

 

Se l’attività lavorativa non comporta l’utilizzo e all’interno dei locali aziendali non sono presenti sostanze/miscele il rischio è considerato nullo.

 

Invece, sul posto di lavoro possono essere contemporaneamente presenti due fattori:

  • L’agente chimico, legato al processo.
  • Le condizioni che possono portare il lavoratore nella sfera di azione dell’agente. Legate alle modalità operative in condizioni normali e/o in emergenza.

 

In tal caso, diventa necessario procedere alla qualificazione ed alla quantizzazione del rischio attraverso le fasi sotto indicate le quali comprendono:

  • Identificazione del pericolo.
  • Valutazione dei rischi.
  • Definizione dell’esposizione.
  • Stima dei danni che ne derivano.

 

Leggi l’articolo completo

Hai bisogno di supporto e consulenza per la redazione o l’aggiornamento del Documento di Valutazione Rischio Chimico?

 

Scrivici, e scopri i nostri servizi  in materia di Rischio Chimico e Schede di Sicurezza!

info@eshqconsulting.it