fbpx
Responsabilità solidale negli appalti

Responsabilità solidale negli appalti

La responsabilità solidale negli appalti scatta solo con riferimento ai crediti retributivi e contributivi e non si estende a quelli risarcitori.

 

È il chiarimento fornito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 28517/2019.

 

In particolare, si chiarisce che il committente non è obbligato a risarcire i lavoratori nel caso di illegittima riduzione unilaterale dell’orario di lavoro da parte dell’appaltatore, in assenza di consenso scritto dei dipendenti. La responsabilità solidale del committente è limitata ai crediti retributivi e contributivi e non può essere estesa ai crediti risarcitori. Questi sono collegati al rapporto di lavoro da un nesso meramente occasionale.

 

La sentenza

In appello, Poste italiane in qualità di appaltatore di servizi di pulizia, era stata condannata al pagamento dei crediti maturati dalle lavoratrici nei confronti della propria datrice a titolo risarcitorio per illegittima unilaterale riduzione dell’orario lavorativo. 

 

In conclusione, la Cassazione ha confermato l’erronea estensione della responsabilità solidale della committente agli importi dovuti dal Datore di Lavoro per ore di lavoro convenute nei contratti di lavoro individuale e collettivo. Ma non prestate per unilaterale riduzione dell’orario lavorativo ed erronea estensione della responsabilità solidale della committente,  anche a quelli di natura risarcitoria.

 

Leggi l’articolo completo