fbpx
Aggiornamento DVR

Rischio biologico: modificato il D.Lgs 81/08

Il Decreto-legge 9 novembre 2020 n.149, il cosiddetto Decreto Ristori bis, introduce una nuova modifica del D.Lgs 81/08 in materia di rischio biologico.

 

Il D.Lgs 81/08, nel Titolo X, “Esposizioni ad agenti biologici” elenca, nell’art. 268, una ripartizione degli agenti biologici in quattro gruppi, in base al rischio di infezione.

 

Inoltre, l’art. 274 “Misure specifiche per strutture sanitarie e veterinarie” sottolinea che nelle strutture di isolamento che ospitano pazienti contaminati da agenti biologici del gruppo 2, 3 o 4, le misure di contenimento da attuare, per ridurre al minimo il rischio di infezione, sono scelte tra quelle indicate nell’allegato XLVII in funzione delle modalità di trasmissione dell’agente biologico.

 

L’art. 275, poi, “Misure specifiche per i laboratori e gli stabulari” indica che il datore di lavoro adotta idonee misure di contenimento in conformità all’allegato XLVII.

 

Infine, l’art. 276 “Misure specifiche per i processi industriali” riporta che il datore di lavoro adotta misure opportunamente scelte tra quelle elencate nell’allegato XLVIII, tenendo anche conto dei criteri di cui all’art. 275.

 

Si ricorda che la Direttiva UE 2020/739 della Commissione del 3 giugno 2020 ha modificato l’allegato III della direttiva 2000/54/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, inserendo il SARS-CoV-2 nell’elenco degli agenti biologici che possono causare malattie infettive nell’uomo.

 

Le modifiche del decreto-legge n. 149 del 9 novembre 2020

 

L’art. 17 del Decreto-Legge 9 novembre 2020 n. 149 modifica il D.Lgs 81/08, sostituendo gli allegati XLVII e XLVIII con due nuovi allegati.

 

Nello specifico, nel nuovo allegato XLVII “Indicazioni su misure e livelli di contenimento”, si indica che le misure previste nel suddetto allegato devono essere applicate secondo la natura delle attività, la valutazione del rischio per i lavoratori e la natura dell’agente biologico in questione.

 

Nel nuovo allegato XLVIII “Contenimento per processi industriali”, poi, si indica che:

 

  • Per le attività con Agenti biologici del gruppo 1, compresi i vaccini vivi attenuati, devono essere rispettati i principi in materia di sicurezza ed igiene del lavoro.
  • Riguardo agli Agenti biologici dei gruppi 2, 3 e 4, può essere opportuno selezionare e combinare le prescrizioni di contenimento delle diverse categorie indicate nella tabella in base ad una valutazione del rischio connesso ad un particolare processo o a una sua parte.

 

Consulta il DL 9 novembre 2020, n.149

 

Leggi l’articolo completo

Hai bisogno di supporto e consulenza?

Il Decreto modifica quindi il Testo unico di Salute e Sicurezza sul Lavoro, per la parte di valutazione del rischio biologico.

ESHQ Consulting supporta le imprese nell’ottemperare all’obbligo di aggiornare il Documenti di Valutazione dei Rischi includendo il rischio da contagio di SARS-CoV-2 e nell’attuare i Protocolli di sicurezza.

 

Scrivici, non incorrere in sanzioni!

info@eshqconsulting.it