fbpx
Responsabilità dell'ente

Sul tema della responsabilità dell’ente

la Corte di Cassazione, con  la sentenza n. 16598/2019, affronta il tema della responsabilità dell’ente e del beneficio per l’azienda, a seguito di un incidente sul lavoro.

 

In particolare, la società era stata condannata per l’illecito amministrativo  inerente la sicurezza sul lavoro (art. 25-septies del D.Lgs. n. 231/2001), per un infortunio occorso ad un lavoratore. Quest’ultimo, era precipitato da una tavola di legno, in assenza di una rete di protezione anti caduta.

 

L’impresa, secondo la difesa, non aveva ottenuto alcun risparmio dall’assenza delle attrezzature. Anche perché queste erano state acquistate, solo che venivano utilizzate in altre zone del cantiere.  

 

Invece, la Suprema Corte ha confermato la responsabilità dell’ente, riconoscendo l’esistenza di una sottovalutazione sistematica dei rischi per la sicurezza. La condotta della società è stata considerata una conseguenza di scelte imprenditoriali volte a ottenere risparmi, a dispetto degli obblighi a tutela della salute dei lavoratori.

 

Inoltre, l’impresa aveva la tendenza a ridurre gli investimenti non solo per l’acquisto di attrezzatura e strumenti da lavoro, ma anche per lo svolgimento di corsi di formazione.

 

In conclusione, vi è l’interesse della persona giuridica anche quandole attività lavorative vengono svolte senza l’utilizzo di adeguati strumenti e senza il controllo del loro corretto utilizzo, anche al fine di ridurre i tempi di lavorazione.

 

 

(Fonte: AODV231)