fbpx
viaggi di lavoro_rientri dall'estero

Viaggi di lavoro: rientri dall’estero

Con riferimento alla pandemia da COVID-19, prima di rientrare in Italia da un viaggio di lavoro è raccomandata la verifica di eventuali restrizioni emanate da disposizioni nazionali o dalle singole Regioni.

 

I Paesi nel mondo sono stati raggruppati in 6 elenchi (elenchi A-B-C-D-E-F) che sono in continuo mutamento in funzione dell’andamento epidemiologico e richiamati nei DPCM (attualmente allegato 20) e nelle ordinanze del Ministero della Salute.

 

Le disposizioni per chi ha soggiornato o solo transitato nei 14 giorni precedenti al rientro presso i Paesi rientranti negli elenchi (salvo possibili future modifiche normative) sono:

 

  • Compilazione di specifica autodichiarazione (per tutti i rientri tranne elenco A);
  • Elenchi A e B: nessuna ulteriore limitazione;
  • Elenco C: tampone negativo effettuato nelle 72 ore antecedenti l’ingresso, oppure tampone da eseguire in aeroporto/porto/luogo di confine o entro 48 ore dall’ingresso presso l’Azienda Sanitaria locale, comunicazione dell’ingresso al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente;
  • Elenco D: isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 14 giorni;
  • Elenco E: limitazioni sui motivi dell’ingresso e isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 14 giorni;
  • Elenco F: divieto di accesso nel territorio italiano.

 

Sono presenti alcune eccezioni alle limitazioni, ulteriori dettagli ed aggiornamenti sono disponibili sul sito https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html

 

Se avete domande mandatemi una mail all’indirizzo che trovate di seguito.

 

Nel prossimo articolo affronterò il tema della sorveglianza sanitaria. A martedì

 

Domenico Catania

Technical Advisor ESHQ Consulting

d.catania@eshqconsulting.it